Esempio tradizionale cerimonia

Idee e consigli per la scelta dei brani della vostra Cerimonia

E’ sempre un momento molto emozionante quello della scelta delle musiche adatte alla celebrazione del matrimonio che sia civile o religioso. Per questo abbiamo deciso di creare questo vademecum, che vi potrà servire ad affrontare un po’ più consapevoli questo bel compito.

Entrata dello sposo  (rito religioso e  civile)

Nella nostra esperienza, abbiamo notato che  gli sposi amano  tantissimo le colonne sonore tratte dai film, come “Mission” di E. Morricone o i brani romantici dedicati alle loro future mogli come “She” di E. Costello ma, ci è capitato di suonare anche pezzi classici come l’ “Ave Maria” di F. Schubert  o un pezzo gioioso barocco come la “Rejoussance” di F.Handel .L’ importante è che sia un pezzo che piaccia in prima persona allo sposo e che sia di una certa solennità per dare importanza all’ arrivo all’ altare con la mamma.

Entrata della sposa  (rito religioso e civile)

Per le nostre future spose, questa scelta, è forse la più importante!

Per questo momento ci vuole un brano che scandisca il tempo di arrivo all’ altare e deve essere un pezzo che  attragga l’ attenzione degli ospiti, ecco perchè spesso si utilizza la “Marcia nuziale” di R. Wagner o il “Canone” di J. Pachelbell, che indubbiamente sono dei magnifici grandi classici. Negli ultimi anni, i gusti sono cambiati e si sono evoluti in tante direzioni, abbiamo incontrato spose che amano entrare con un brano jazz leggero come “Moon River” di A.Williams o “The man I love” di G. Gershwin mentre altre che hanno scelto dei pezzi pop come “Magic” dei Coldplay o altre ancora che hanno scelto una colonna sonora. Noi stiamo al passo con voi!

Riti di aspersione 

Il sacerdote benedirà i presenti, spesso abbandonerà l’ altare per aspergerli e in questo istante si potrebbe accompagnare il rito con un breve interludio. Di solito, se il sacerdote non gradisce che suoniamo durante l’ elevazione, sostituiamo il momento con questo dell’ aspersione, ma sempre sincerandoci che il celebrante voglia un accompagnamento.

Canto dell’ Alleluja  

L’Alleluja fa parte delle parti fisse della messa quindi va cantato o letto non può essere sostituito da un brano strumentale.Spesso il primo violino accompagna il sacerdote che intona il tradizionale Sesto Tono Gregoriano. In alternativa, se avete ingaggiato anche un soprano/tenore, potrebbe cantare l’incipit dell’Alleluja  di Mozart “Exultate Jubilate” , oppure, si può adattare la melodia della canzone di J.Buckley “Halleluja” incorniciando il versetto del vangelo.

Scambio degli Anelli   (rito religioso e civile)

A volte gli sposi hanno piacere che durante questo momento ci sia un leggero sottofondo.La scelta va su pezzi leggeri e romantici che incorniceranno il momento più emozionante della cerimonia. Pezzi come, “Salut d amour” di E. Elgar o “Traumerei” di R.Schumann o non classici, come “Now we are free” di Enya o “Romeo e Giulietta” di N.Rota.

Offertorio 

Questo momento,forse, è tra i più solenni della cerimonia dove il brano da eseguire verrà eseguito tutto e dove l’ assemblea sarà in pieno ascolto. E’ il momento dell’ Ave Maria di F. Schubert o di C. Gounod, perché spesso i sacerdoti non permettono di suonarla durante la comunione. Ma anche di un pezzo che abbia la stessa intensità come ad esempio l’ Ave Verum di W.A.Mozart o dell’ Alleluya di J. Buckley, per una scelta meno classica.

Santo   

Il Santo è l’altro canto necessario (parte fissa della messa) che molti leggono, potrebbe cantarlo il Sacerdote stesso con l’ intonazione del primo violino ma se avrete ingaggiato un soprano/tenore ,ci sono anche qui parecchie versioni , quella più conosciuta è quella di Bonfitto.

Elevazione

Questo momento è estremamente serio e  di riflessione, i sacerdoti solitamente gradiscono che non ci sia un accompagnamento ma se possibile, il brano dovrà essere di lieve sonorità e di carettere dolce come ad esempio potrebbe essere “Aria sulla IV corda” di J.S.Bach o “Adagio” di Albinoni.

Scambio della Pace   

E’ un momento di felice scambio, gli sposi si spostano per portare il saluto ai parenti e ai testimoni dove potrete scegliere un brano festoso, come ad esempio il “Minuetto” di L. Boccherini o il “Minuetto” dall’ ”Eine kleine nachtmusik” di W.A.Mozart, o per chi ama una versione meno classica “La vita è bella” di N.Piovani o un qualsiasi pezzo più allegro che vi possa piacere dal nostro repertorio.

Riti di comunione

Per il momento emozionante della Comunione è sicuramente consigliato un pezzo che dia importanza al gesto religioso che si compie, potremmo senza dubbio consigliare “Panis Angelicus” di C. Franck, “Dolce è sentire” di F.Ortolani, o se il sacerdote è d’accordo, anche un “Ave Maria” tra quelle già menzionate. Vi consigliamo di scegliere con il cuore il brano per questo momento, perché più lo sarà e più vi emozionerete.

Firme  (rito  religioso e civile)

Durante le firme la messa spesso è già finita e si ha tempo, prima di accompagnare gli sposi all’uscita, di suonare due o tre brani. Immaginate che in questo momento, appena letti gli articoli,  l’assemblea è sciolta e iniziano in chiesa i preparativi per le foto finali con i parenti e l’uscita degli invitati che vanno a disporsi fuori.  Largo alla fantasia e alla scelta di qualsiasi brano del nostro vastissimo repertorio. Unico consiglio? Divertitevi nella scelta!!!

Uscita degli Sposi (rito religioso e civile)

Per l’uscita della coppia, tra i brani più famosi, forse troviamo la “Marcia nuziale” di F. Mendelssohn o la “Corale” dalla Cantata  147 di J.S.Bach ma possiamo anche affermare che i nostri sposi hanno scelto ben altro, come “Viva la vida” dei Coldplay o “Without you” di D. Guetta. A voi l’ ardua scelta!

Dediche o letture (rito civile)

Durante la cerimonia civile, ma può capitare anche durante quella religiosa, molto spesso gli sposi creano il momento delle letture che gli ospiti dedicano alla coppia, per questo consigliamo di scegliere della musica di sottofondo, qualsiasi pezzo che vi ricordi il vostro amico o che vi ricordi i momenti felici vissuti insieme.

 

… Il consiglio che vi diamo è sempre quello di parlare col celebrante per la scelta dei brani e, soprattutto, se al momento di scegliere la Chiesa vi impongono i musicisti della location o vi impediscono di scegliere il meglio per voi, non vi fate intimidire! E’ il vostro giorno!!…

Repertorio da cerimonia

  • Adagio, di T. Albinoni
  • Adagio molto, di A.Vivaldi
  • Adagio, di S. Barber
  • Allelujah, di J. Buckley
  • Allelujah, arrangiamento di canto di Chiesa
  • Allelujah, di G.F. Handel
  • Allelujah, dal repertorio Gregoriano
  • Aria della Pentecoste, di J.S. Bach
  • Aria sulla Quarta Corda, di J.S. Bach
  • Arrival of the Queen of Sheba, di G.F.Handel
  • Ave Maria, di C.Gounod
  • Ave Maria, di F. Schubert
  • Ave Verum, di W.A. Mozart
  • Canone, di J. Pachelbel
  • Corale della Cantata 147, di J.S. Bach
  • Dolce sentire dal Cantico de’ Cantici, di Anonimo
  • Largo dall’Inverno, di A. Vivaldi
  • Largo di G.F. Handel
  • Marcia solenne, di G.F. Handel
  • Marcia, di F.B. Mendelsshon
  • Marcia di R. Wagner
  • Minuetto di L. Boccherini
  • Meditation  di J.Massenet
  • Panis Angelicus, di C. Frank
  • Réjouissance, di G.F.Handel
  • Salut d’amour, di E.Elgar
  • Sogno, di F. Liszt
  • Sogno d’amore, di F.Liszt
  • Solemn March, di G.F.Handel
  • Sonata “Al chiaro di luna”  di L. van Beethoven
  • The Prayer, di A. Bocelli
  • Traumerei, di R. Schumann
  • Trumpet Tune, di H.Purcell
  • Trumpet Volountary 
  • Champion’ s League theme  di G.F.Handel