Il 31 Ottobre 2017 Quartetto Sharareh e la Bottega degli Artisti presentano “Ballo Surrealista”….

Il 31 Ottobre 2017 Quartetto Sharareh e la Bottega degli Artisti presentano “Ballo Surrealista”….

Ci sono luoghi che in pochi hanno varcato. Dove i confini tra realtà e fantasia scompaiono. Dove mura sussurrano storie, i giardini riecheggiano il canto di nobildonne di leggendaria bellezza, gli antri fiammeggianti lame di pugnale di anime maledette. Luoghi dove tutto è possibile.
Il Vostro e il nostro privilegio, Signore e Signori, sarà condividere una Festa unica e straordinaria, oltre i confini del Tempo.
Un Palazzo tra i più illustri, dimora di principi e duchi e rocca antichissima, ospiterà le Vostre graziose presenze. Nelle sue sfarzose sale spettacoli d’ogni genere e prodigi Vi incanteranno. E insieme ne scoprirete gli inaccessibili e terribili segreti, come avvenne nella festa da Ballo a Palazzo quella fatidica notte del 31 ottobre 1816, ossia l’unico anno della storia senza il sole.
Artisti, musici e coppieri s’apprestino. S’accendano le fiaccole per il Ballo Surrealista della Notte degli Spiriti.

♛BALLO SURREALISTA anno III♛
E’ il regno delle meraviglie e dello stupore, dove
non saranno gli artisti a gravitare come una giostra attorno ad un pubblico statico, ma piuttosto quest’ultimo ad essere il vero protagonista di un viaggio tra le tante storie che, passo dopo passo, si riveleranno.
Una scatola di stanze nelle quali sorgono illusioni sempre nuove.
E’ l’inconscio divenuto realtà di magia.
Dopo essere andati in scena in necropoli, giardini, palazzi storici, ed antichi teatri, per questa occasione abbiamo scelto un castello.
Vi condurremo nelle cinque stanze principali, dove incontrerete altrettanti modi per sorprendere i vostri sensi.

♛COME PARTECIPARE♛
L’evento è limitato a 300 persone, fino a esaurimento prevendite e reservation list.
La location dell’evento è segreta. Sarà comunicata al momento della prenotazione e non dovrà essere divulgata dai partecipanti.
Per avere ogni informazione sarà necessario scrivere a prenotazioni@labottegadegliartisti.net
Si riceverà una risposta automatica con
– indirizzo del castello
– costi di partecipazione
– parola segreta per accedere

♛DRESS CODE♛
Tutti i partecipanti dovranno obbligatoriamente indossare una maschera sul volto.
Dresscode consigliato, ma non obbligatorio. Suggestions: classic gothic, victorian, steampunk, dandy, uniform, corsets, smoking, hook and hood.
E’ comunque indispensabile un outfit elegante.

♛ORARI♛
Open 22:00
Close 02:00

Qui di seguito il link dell’ evento su Facebook:

https://www.facebook.com/events/119230672107109/?acontext=%7B%22source%22%3A3%2C%22source_newsfeed_story_type%22%3A%22regular%22%2C%22action_history%22%3A%22[%7B%5C%22surface%5C%22%3A%5C%22newsfeed%5C%22%2C%5C%22mechanism%5C%22%3A%5C%22feed_story%5C%22%2C%5C%22extra_data%5C%22%3A[]%7D]%22%2C%22has_source%22%3Atrue%7D&source=3&source_newsfeed_story_type=regular&action_history=[%7B%22surface%22%3A%22newsfeed%22%2C%22mechanism%22%3A%22feed_story%22%2C%22extra_data%22%3A[]%7D]&has_source=1&hc_ref=ARTcJYrxPhx3dI2wbvfxAp60CMpF-pB2NkFH80BDqf7RF99rhOYy7pLF27AVCb0i1Mg

11 agosto Quartetto Sharareh con Pink Floyd Legend al Blubar Festival di Francavilla a mare

11 agosto Quartetto Sharareh con Pink Floyd Legend al Blubar Festival di Francavilla a mare

MENTI ASSOCIATE
presenta
PINK FLOYD LEGEND
plays
ATOM HEART MOTHER

L’11 agosto, al BLUBAR FESTIVAL 2017 di Francavilla al Mare, va in scena “ATOM HEART MOTHER” il capolavoro dei Pink Floyd uscito nel 1970.

Protagonisti della serata i Pink Floyd Legend che, dopo un primo set in cui suoneranno (nella loro classica formazione) alcuni tra i più grandi successi del gruppo britannico, riproporranno l’esecuzione integrale della celebre suite accompagnati dal Legend Choir un ensemble vocale composta da più di cento elementi oltre a una sezione orchestrale composta dagli Ottonidautore e dal Quartetto Sharareh (quartetto d’archi tutto al femminile) tutti diretti dal Maestro Giovanni Cernicchiaro.

La realizzazione di Atom Heart Mother dal vivo è una produzione unica e speciale: i Pink Floyd Legend, infatti, sono l’unico gruppo che dal 2012 porta in scena la lunga suite nella versione integrale, accompagnati, come nell’originale, da Coro e Orchestra.

Atom Heart Mother, le cui partiture orchestrali furono scritte dal giovane compositore sperimentale Ron Geesin, si snoda attraverso straordinarie combinazioni tra musica classica e rock, alternando momenti pervasi da eleganti melodie ad altri di pura potenza sinfonica: Atom è considerato il disco della maturità e un punto di svolta nel percorso artistico per i Pink Floyd che abbandonano la psichedelia in nome del progressive rock.

Come tutte le produzioni firmate Pink Floyd Legend, le oltre due ore di musica si avvarranno di un incredibile disegno luci e di sorprendenti effetti scenografici che, uniti alla fedeltà degli arrangiamenti, all’utilizzo di strumentazione vintage, ai video dell’epoca proiettati su schermo circolare di 5 metri, ad Algie il grande maiale gonfiabile, ai costumi di scena, ai laser, ricreano quel senso di spettacolo totale per vivere un’indimenticabile “Floyd Experience”

Gli interpreti di ATOM HEART MOTHER 2017

PINK FLOYD LEGEND
FABIO CASTALDI – Basso, Voce
ANDREA FILLO – Chitarra, Voce
EMANUELE ESPOSITO – Batteria
SIMONE TEMPORALI – Tastiere, Voce
con
PAOLO ANGIOI – Chitarra acustica, elettrica e 12 corde, Basso, Voce
MICHELE LEISS – Sassofono
MARTINA PELOSI – Cori
SONIA RUSSINO – Cori
GIORGIA ZACCAGNI – Cori
ANDREA ARNESE – Video/Audio Effects, Keytar, Chitarra acustica

LEGEND CHOIR

VOCI SOLISTE:
Francesca Romana Iorio
Elena D’Elia
Carla Carrì

QUARTETTO SHARAREH:
Melania Maggiore violino
Dahlah Lee violino
Roberta Pumpo viola
Federica Vecchio violoncello

OTTONIDAUTORE:
Francesco del Monte, Daniele Masella, Stefano Alberti: trombe
Simone Graziani, Mauro Verdozzi, Fabrizio Cumbo, Daniele Liburdi: corni
Sergio Battista, Giannicola Bonifazi: tromboni
Claudio Romano: basso tuba

PINK FLOYD LEGEND : Nati nel 2005, i Pink Floyd Legend sono oggi riconosciuti come il gruppo italiano che rende, in ogni loro spettacolo, il miglior omaggio alla musica dei Pink Floyd, grazie alla realizzazione di show perfetti, frutto dello studio approfondito delle partiture e dei concerti live che la band inglese ha proposto nel corso degli anni.
Da Atom Heart Mother, la celebre suite per orchestra e coro, che dal 2012 a oggi, a ogni rappresentazione, ha realizzato il “tutto esaurito” (come al Teatro Olimpico e l’Auditorium della Conciliazione di Roma), al tour italiano di The Dark Side of The Moon, insieme alla straordinaria Durga Mc Broom (vocalist dei Pink Floyd dal 1987 e per la prima volta su un palco con una band italiana), nel 2015, aggiungono un importante tassello alla loro biografia grazie all’esecuzione integrale, in prima assoluta mondiale, dell’album The Final Cut in occasione delle celebrazioni per il 70esimo anniversario dello sbarco di Anzio, con la presenza dello stesso Roger Waters.
Il tour 2016 è stato caratterizzato da concerti/evento, in luoghi di assoluto prestigio, che hanno visto una grandissima partecipazione di pubblico che ha assistito alle nuove messe in scena di “The Dark Side Of The Moon” e “Atom Heart Mother” (con una nuova orchestra e un coro di 140 elementi, nel magnifico Sferisterio di Macerata – storica sede dell’opera mondiale) e l’inedito “Live At Pompeii” che ha ripreso vita nel palcoscenico del Teatro Romano di Ostia antica in occasione della prima edizione della rassegna “Il Mito e il Sogno”, registrando anche qui il tutto esaurito e una lunga standing ovation finale.
Il 19 novembre, poi, Roma è diventata il palcoscenico della prima grande giornata/evento dedicata alla musica dei Pink Floyd quando i Legend hanno proposto uno show molto speciale, ripercorrendo l’intera carriera della formazione britannica, con ospiti di eccezione tra cui Carlo Massarini che ha fatto gli onori di casa, catapultando il pubblico indietro nel tempo attraverso racconti ed aneddoti.
Nella primavera di quest’anno, infine, la celebrazione dei quarant’anni di ANIMALS, andata in scena a Roma all’Auditorium Conciliazione e a Milano al LINEARCIAK, ha confermato il successo della band con un ennesimo tutto esaurito. In queste due occasioni, ospite speciale della serata è stato il giornalista Andrea Scanzi, uno dei più grandi conoscitori e appassionati dei Pink Floyd, che ha raccontato la genesi del disco e gli aneddoti e le particolarità che l’hanno caratterizzato.
www.pinkfloydlegend.it

“Roger Waters Night”…Quartetto Sharareh di nuovo con i Pink Floyd Legend!!

“Roger Waters Night”…Quartetto Sharareh di nuovo con i Pink Floyd Legend!!

PINK FLOYD LEGEND
IN
ROGER WATERS NIGHT

Ad Anzio, il grande omaggio a uno dei personaggi più carismatici
e influenti del mondo musicale contemporaneo e di sempre.

Già ospiti nel 2014, quando eseguono integralmente, in prima assoluta mondiale, l’album “The Final Cut” in occasione delle celebrazioni per il °70esimo anniversario dello sbarco di Anzio del 1944, con la presenza dello stesso Roger Waters, il 5 agosto i Pink Floyd Legend tornano ad Anzio per un altro grande omaggio al bassista, cantante e leader della celeberrima band inglese.

La band, l’unica nel 2014 ad essere stata invitata ufficialmente a partecipare alla cerimonia di assegnazione della cittadinanza a Waters, ripercorrerà i 40 anni dell’universo musicale floydiano, riproponendo tutti i più grandi successi firmati dal bassista britannico, tratti da Dark side of The Moon, Animals, Wish you were here, The Wall, The Final Cut, oltre a qualche brano appartenente alla sua discografia solista.
Non mancherà, inoltre, un omaggio al suo ultimo capolavoro “Is this the Life We really Want” uscito appena due mesi fa.

I Pink Floyd Legend saranno accompagnati da una sezione orchestrale composta dagli Ottonidautore, dal Quartetto Sharareh (quartetto d’archi tutto al femminile) e dal Coro Polifonico Città di Anzio, tutti diretti dal Maestro Giovanni Cernicchiaro.

Ogni live dei Pink Floyd Legend è quasi al limite di una esibizione teatrale, una grande ed emozionante sfida, in cui il gruppo mette in scena uno spettacolo musicale evocativo, che nel concerto di Anzio acquista maggior forza grazie alla voce di Fabio Castaldi, riconosciuta da critica e pubblico come la più fedele interpretazione di Roger Waters .

Come tutte le produzioni firmate Legend, anche la Roger Waters Night si avvarrà di un incredibile disegno luci e laser, il tutto unito alla fedeltà degli arrangiamenti, all’utilizzo di strumentazione vintage, ai video dell’epoca proiettati su schermo circolare di 5 metri, ai costumi di scena, ricreando quel senso di spettacolo totale per vivere un’indimenticabile “Floyd Experience”

PINK FLOYD LEGEND
FABIO CASTALDI – Basso, Voce
ANDREA FILLO – Chitarra, Voce
EMANUELE ESPOSITO – Batteria
SIMONE TEMPORALI – Tastiere, Voce
con
PAOLO ANGIOI – Chitarra acustica, elettrica e 12 corde, Basso, Voce
MICHELE LEISS – Sassofono
MARTINA PELOSI – Cori
SONIA RUSSINO – Cori
GIORGIA ZACCAGNI – Cori
ANDREA ARNESE – Video/Audio Effects, Keytar, Chitarra acustica

CORO POLIFONICO CITTA’ DI ANZIO
LEGEND CHOIR

QUARTETTO D’ARCHI SHARAREH:
Melania Maggiore violino
Dahlah Lee violino
Roberta Pumpo viola
Rossella Zampiron violoncello

OTTONIDAUTORE:
Francesco del Monte, Daniele Masella, Stefano Alberti: trombe
Simone Graziani, Mauro Verdozzi, Fabrizio Cumbo, Daniele Liburdi: corni
Sergio Battista, Giannicola Bonifazi: tromboni
Claudio Romano: basso tuba

PINK FLOYD LEGEND : Nati nel 2005, i Pink Floyd Legend sono oggi riconosciuti come il gruppo italiano che rende, in ogni loro spettacolo, il miglior omaggio alla musica dei Pink Floyd, grazie alla realizzazione di show perfetti, frutto dello studio approfondito delle partiture e dei concerti live che la band inglese ha proposto nel corso degli anni.
Da Atom Heart Mother, la celebre suite per orchestra e coro, che dal 2012 a oggi, a ogni rappresentazione, ha realizzato il “tutto esaurito” (come al Teatro Olimpico e l’Auditorium della Conciliazione di Roma), al tour italiano di The Dark Side of The Moon, insieme alla straordinaria Durga Mc Broom (vocalist dei Pink Floyd dal 1987 e per la prima volta su un palco con una band italiana), nel 2015, aggiungono un importante tassello alla loro biografia grazie all’esecuzione integrale, in prima assoluta mondiale, dell’album The Final Cut in occasione delle celebrazioni per il 70esimo anniversario dello sbarco di Anzio, con la presenza dello stesso Roger Waters.
Il tour 2016 è stato caratterizzato da concerti/evento, in luoghi di assoluto prestigio, che hanno visto una grandissima partecipazione di pubblico che ha assistito alle nuove messe in scena di “The Dark Side Of The Moon” e “Atom Heart Mother” (con una nuova orchestra e un coro di 140 elementi, nel magnifico Sferisterio di Macerata – storica sede dell’opera mondiale) e l’inedito “Live At Pompeii” che ha ripreso vita nel palcoscenico del Teatro Romano di Ostia antica in occasione della prima edizione della rassegna “Il Mito e il Sogno”, registrando anche qui il tutto esaurito e una lunga standing ovation finale.
Il 19 novembre, poi, Roma è diventata il palcoscenico della prima grande giornata/evento dedicata alla musica dei Pink Floyd quando i Legend hanno proposto uno show molto speciale, ripercorrendo l’intera carriera della formazione britannica, con ospiti di eccezione tra cui Carlo Massarini che ha fatto gli onori di casa, catapultando il pubblico indietro nel tempo attraverso racconti ed aneddoti.
Nella primavera di quest’anno, infine, la celebrazione dei quarant’anni di ANIMALS, andata in scena a Roma all’Auditorium Conciliazione e a Milano al LINEARCIAK, ha confermato il successo della band con un ennesimo tutto esaurito. In queste due occasioni, ospite speciale della serata è stato il giornalista Andrea Scanzi, uno dei più grandi conoscitori e appassionati dei Pink Floyd, che ha raccontato la genesi del disco e gli aneddoti e le particolarità che l’hanno caratterizzato.
www.pinkfloydlegend.it

DIRETTORE: GIOVANNI CERNICCHIARO : Giovanni Cernicchiaro nasce artisticamente come chitarrista sotto la guida del Maestro Giuliano Balestra. Da subito manifesta una spiccata attitudine alla composizione e quindi intraprende gli studi di Composizione (Teresa Procaccini e Massimo Gianfreda, 110/110 Magnam cum Laude) e Strumentazione per Banda (Raffaello Tega). Inoltre si laurea in Discipline delle Arti della Musica e dello Spettacolo all’università Alma Mater di Bologna. Si perfeziona con Salvatore Sciarrino, Gyorgy Ligeti e Karlheinz Stockhausen per la musica contemporanea. A New York invece si perfeziona nelle tecniche di orchestrazione per la musica da film con Steven Schott Smalley (orchestratore di Jerry Goldsmith). La conoscenza delle più importanti tecniche della musica attuale (orchestrale e non) ed un innato intuito verso le immagini, gli permettono di musicare in maniera esaustiva e professionale situazioni, immagini, ambienti.

OTTONIDAUTORE : l’Ensémble Ottonidautore è composto da professionisti esecutori e arrangiatori che posseggono una versatilità e potenzialità dei singoli strumenti che gli permette di spaziare dalla musica antica ai più moderni arrangiamenti di musica jazz e contemporanea, oltre che alla musica da film.
Il Quintetto ha al suo attivo numerosi concerti in Italia e all’estero, sempre accolti da un pieno successo di pubblico e favorevoli critiche da parte della stampa, sia per l’aspetto musicale che per quello dello spettacolo. Cresciuti musicalmente nell’ambiente del Conservatorio di S.Cecilia in Roma, i suoi componenti da tanti anni svolgono attività concertistica con questa formazione, oltre a collaborare con le più importanti orchestre italiane, come quella dell’Accademia Nazionale di S.Cecilia, della Rai, del Teatro dell’Opera di Roma e a svolgere attività come docenti presso alcuni Conservatori Statali di Musica.

QUARTETTO SHARAREH: il quartetto d’archi nasce nel 2007 grazie all´amicizia tra quattro giovani musiciste, laureatesi brillantemente presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma e perfezionatesi con i più grandi Maestri dello strumento.
Tutte le componenti si esibiscono regolarmente in Italia e all’estero, anche in differenti formazioni, tra le quali l’Orchestra del Vaticano, l’Orchestra del “Tuscia Opera Festival”, l’Orchestra Italiana del cinema e l’Orchestra del Teatro Belli di Spoleto.


Teatro di Villa Adele – Anzio – 5 agosto 2017
Platea numerata: €. 25,00 più prevendita
Tribuna non numerata:€. 15,00 più prevendita

Biglietti in vendita: Proloco di Anzio e Lavinio
81 Viaggi ad Anzio – Bisy Tabaccheria Nettuno
www.ticketone.it – www.bookingevents.it e presso le prevendite abituali

MANAGEMENT e ORGANIZZAZIONE:
MENTI ASSOCIATE: Gilda Petronelli e Fabrizio Pizzari
www.mentiassociate.it – Tel. 06-97602968

Concerto “Atom Heart Mother” con i Pink Floyd Legend

Concerto “Atom Heart Mother” con i Pink Floyd Legend

MENTI ASSOCIATE
presenta
PINK FLOYD LEGEND
plays
ATOM HEART MOTHER
Rassegna “Il Mito e il Sogno” 2a Ed.
Teatro Romano di Ostia Antica – 21 luglio 2017 – ore 21.00

Il 21 luglio, al Teatro Romano di Ostia Antica per la rassegna “Il Mito e il Sogno” va in scena “ATOM HEART MOTHER”, il capolavoro dei Pink Floyd uscito nel 1970.

Protagonisti della serata i Pink Floyd Legend che, dopo un primo set in cui suoneranno (nella loro classica formazione) alcuni tra i più grandi successi del gruppo britannico, riproporranno l’esecuzione integrale della celebre suite accompagnati da un ensemble vocale composta da più di cento elementi provenienti dal Coro Arkè, dal Coro della Basilica di S. Agnese fuori le mura e dal Coro Polifonico Città di Anzio oltre a da una sezione orchestrale composta dagli Ottonidautore e dal Quartetto d’archi Sharareh (quest’ultimo tutto al femminile) tutti diretti dal Maestro Giovanni Cernicchiaro.

La realizzazione di Atom Heart Mother dal vivo è una produzione unica e speciale: i Pink Floyd Legend, infatti, sono l’unico gruppo che dal 2012 porta in scena la lunga suite nella versione integrale, accompagnati, come nell’originale, da Coro e Orchestra.

Atom Heart Mother, le cui partiture orchestrali furono scritte dal giovane compositore sperimentale Ron Geesin, si snoda attraverso straordinarie combinazioni tra musica classica e rock, alternando momenti pervasi da eleganti melodie ad altri di pura potenza sinfonica: Atom è considerato il disco della maturità e un punto di svolta nel percorso artistico per i Pink Floyd che abbandonano la psichedelia in nome del progressive rock.

Come tutte le produzioni firmate Pink Floyd Legend, le oltre due ore di musica si avvarranno di un incredibile disegno luci e di sorprendenti effetti scenografici che, uniti alla fedeltà degli arrangiamenti, all’utilizzo di strumentazione vintage, ai video dell’epoca proiettati su schermo circolare di 5 metri, ad Algie il grande maiale gonfiabile, ai costumi di scena, ai laser, ricreano quel senso di spettacolo totale per vivere un’indimenticabile “Floyd Experience”

Gli interpreti di ATOM HEART MOTHER 2017

PINK FLOYD LEGEND
FABIO CASTALDI – Basso, Voce
ANDREA FILLO – Chitarra, Voce
EMANUELE ESPOSITO – Batteria
SIMONE TEMPORALI – Tastiere, Voce
con
PAOLO ANGIOI – Chitarra acustica, elettrica e 12 corde, Basso, Voce
MICHELE LEISS – Sassofono
MARTINA PELOSI – Cori
SONIA RUSSINO – Cori
GIORGIA ZACCAGNI – Cori
ANDREA ARNESE – Video/Audio Effects, Keytar, Chitarra acustica

CORO ARKE’
CORO POLIFONICO CITTA’ DI ANZIO,
CORO DELLA BASILICA DI S. AGNESE FUORI LE MURA

VOCI SOLISTE:
Francesca Romana Iorio
Elena D’Elia
Carla Carrì

QUARTETTO D’ARCHI SHARAREH:
Melania Maggiore violino
Dahlah Lee violino
Roberta Pumpo viola
Rossella Zampiron violoncello

OTTONIDAUTORE:
Francesco del Monte, Daniele Masella, Stefano Alberti: trombe
Simone Graziani, Mauro Verdozzi, Fabrizio Cumbo, Daniele Liburdi: corni
Sergio Battista, Giannicola Bonifazi: tromboni
Claudio Romano: basso tuba

PINK FLOYD LEGEND : Nati nel 2005, i Pink Floyd Legend sono oggi riconosciuti come il gruppo italiano che rende, in ogni loro spettacolo, il miglior omaggio alla musica dei Pink Floyd, grazie alla realizzazione di show perfetti, frutto dello studio approfondito delle partiture e dei concerti live che la band inglese ha proposto nel corso degli anni.
Da Atom Heart Mother, la celebre suite per orchestra e coro, che dal 2012 a oggi, a ogni rappresentazione, ha realizzato il “tutto esaurito” (come al Teatro Olimpico e l’Auditorium della Conciliazione di Roma), al tour italiano di The Dark Side of The Moon, insieme alla straordinaria Durga Mc Broom (vocalist dei Pink Floyd dal 1987 e per la prima volta su un palco con una band italiana), nel 2015, aggiungono un importante tassello alla loro biografia grazie all’esecuzione integrale, in prima assoluta mondiale, dell’album The Final Cut in occasione delle celebrazioni per il 70esimo anniversario dello sbarco di Anzio, con la presenza dello stesso Roger Waters.
Il tour 2016 è stato caratterizzato da concerti/evento, in luoghi di assoluto prestigio, che hanno visto una grandissima partecipazione di pubblico che ha assistito alle nuove messe in scena di “The Dark Side Of The Moon” e “Atom Heart Mother” (con una nuova orchestra e un coro di 140 elementi, nel magnifico Sferisterio di Macerata – storica sede dell’opera mondiale) e l’inedito “Live At Pompeii” che ha ripreso vita nel palcoscenico del Teatro Romano di Ostia antica in occasione della prima edizione della rassegna “Il Mito e il Sogno”, registrando anche qui il tutto esaurito e una lunga standing ovation finale.
Il 19 novembre, poi, Roma è diventata il palcoscenico della prima grande giornata/evento dedicata alla musica dei Pink Floyd quando i Legend hanno proposto uno show molto speciale, ripercorrendo l’intera carriera della formazione britannica, con ospiti di eccezione tra cui Carlo Massarini che ha fatto gli onori di casa, catapultando il pubblico indietro nel tempo attraverso racconti ed aneddoti.
Nella primavera di quest’anno, infine, la celebrazione dei quarant’anni di ANIMALS, andata in scena a Roma all’Auditorium Conciliazione e a Milano al LINEARCIAK, ha confermato il successo della band con un ennesimo tutto esaurito. In queste due occasioni, ospite speciale della serata è stato il giornalista Andrea Scanzi, uno dei più grandi conoscitori e appassionati dei Pink Floyd, che ha raccontato la genesi del disco e gli aneddoti e le particolarità che l’hanno caratterizzato.
www.pinkfloydlegend.it

DIRETTORE: GIOVANNI CERNICCHIARO : Giovanni Cernicchiaro nasce artisticamente come chitarrista sotto la guida del Maestro Giuliano Balestra. Da subito manifesta una spiccata attitudine alla composizione e quindi intraprende gli studi di Composizione (Teresa Procaccini e Massimo Gianfreda, 110/110 Magnam cum Laude) e Strumentazione per Banda (Raffaello Tega). Inoltre si laurea in Discipline delle Arti della Musica e dello Spettacolo all’università Alma Mater di Bologna. Si perfeziona con Salvatore Sciarrino, Gyorgy Ligeti e Karlheinz Stockhausen per la musica contemporanea. A New York invece si perfeziona nelle tecniche di orchestrazione per la musica da film con Steven Schott Smalley (orchestratore di Jerry Goldsmith). La conoscenza delle più importanti tecniche della musica attuale (orchestrale e non) ed un innato intuito verso le immagini, gli permettono di musicare in maniera esaustiva e professionale situazioni, immagini, ambienti.

OTTONIDAUTORE : l’Ensémble Ottonidautore è composto da professionisti esecutori e arrangiatori che posseggono una versatilità e potenzialità dei singoli strumenti che gli permette di spaziare dalla musica antica ai più moderni arrangiamenti di musica jazz e contemporanea, oltre che alla musica da film.
Il Quintetto ha al suo attivo numerosi concerti in Italia e all’estero, sempre accolti da un pieno successo di pubblico e favorevoli critiche da parte della stampa, sia per l’aspetto musicale che per quello dello spettacolo. Cresciuti musicalmente nell’ambiente del Conservatorio di S.Cecilia in Roma, i suoi componenti da tanti anni svolgono attività concertistica con questa formazione, oltre a collaborare con le più importanti orchestre italiane, come quella dell’Accademia Nazionale di S.Cecilia, della Rai, del Teatro dell’Opera di Roma e a svolgere attività come docenti presso alcuni Conservatori Statali di Musica.

QUARTETTO SHARAREH: il quartetto d’archi nasce nel 2007 grazie all´amicizia tra quattro giovani musiciste, laureatesi brillantemente presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma e perfezionatesi con i più grandi Maestri dello strumento.
Tutte le componenti si esibiscono regolarmente in Italia e all’estero, anche in differenti formazioni, tra le quali l’Orchestra del Vaticano, l’Orchestra del “Tuscia Opera Festival”, l’Orchestra Italiana del cinema e l’Orchestra del Teatro Belli di Spoleto.

RASSEGNA “IL MITO E IL SOGNO” 2017 – 2a edizione
TEATRO ROMANO OSTIA ANTICA – PARCO ARCHEOLOGICO
VIALE DEI ROMAGNOLI 717 – 00119 – OSTIA ANTICA – ROMA

UFFICIO STAMPA: Fabiana Manuelli – stampa@fabianamanuelli.it

21 luglio 2017
Posto unico a sedere: €. 35,00
Biglietti in vendita su www.ticketone.it – www.bookingevents.it e presso le prevendite abituali

MANAGEMENT e ORGANIZZAZIONE PINK FLOYD LEGEND:
MENTI ASSOCIATE: Gilda Petronelli e Fabrizio Pizzari
www.mentiassociate.it – Tel. 06-97602968 –

STAFF DI PRODUZIONE:
– Service Audio-Luci-Video e Laser Show: EVENT PROJECT di Yuri Lattanzi

– Effetti Speciali: SFX Legend – Roma – Webmastering & design : Paolo Carnelli – www.paolocarnelli.com

www.pinkfloydlegend.it

Prossima Avventura il 30 Giugno 2017 “Mille e una notte”….

Prossima Avventura il 30 Giugno 2017 “Mille e una notte”….

.

LE MILLE E UNA NOTTE

Pejman Tadayon Ensemble:
Martina Pelosi: canto
Barbara Eramo: canto
Stefano Saletti: bouzouki
Massimiliano Barbaliscia: santur
Giovanni Lo cascio: percussioni
Rashmi Bhatt: tabla
Pejman Tadayon: oud, ney, canto

Quartetto d’archi Sharareh:
Marzia Ricciardi, Roberta Pumpo, Federica vecchio, Dahlah Lee

Coro Persepolis
corpo di danza Sufi
corpo di danza araba diretta da Maryem bent anis
corpo di danza indiana

Annalisa Amodio

La celebre raccolta di fiabe orientali che vanta le origini più antiche e più diverse, persiane, arabe, indiane, e perfino mesopotamiche ed egiziane, rimane la più affascinante e suggestiva collezione di racconti di vicende umane e di magia che si conosca, per non parlare delle storie d’amore che superano in audacia ed intensità i più celebri romanzi della letteratura mondiale. Quello che non si sa abbastanza è che l’intenzione degli autori, sicuramente diversi ma con la stessa visione, è quella di arrivare a un’evoluzione spirituale usando metafore, per portare il lettore, attraverso le vicende delle favole e i racconti, a sentimenti e a conclusioni che rispecchiano il pensiero sufi.
Pejman Tadayon musicista e compositore persiano, direttore dell’Orchestra Persiana e del Coro Persepolis, dopo aver realizzato all’Auditorium Parco della Musica di Roma spettacoli diversi come ”Rumi e San Francesco”, e “Il Sufismo attraverso musica, danza e poesia”, porta sulla scena questo spettacolo sulle “Mille e una notte” che, attraverso la musica, la danza e la recitazione del testo, racconterà alcune parti delle storie della raccolta, in una interpretazione attuale e allo stesso tempo tradizionale. Shahrazad, la figura femminile che vuole evitare che il re persiano, adirato contro la moglie che lo ha tradito, uccida altre donne, è un simbolo di coraggio e saggezza non solo in oriente ma anche in occidente. Le storie delle “Mille e una notte” parlano di culture diverse e sono una testimonianza del rapporto tra queste culture. Le storie scelte per lo spettacolo prestano attenzione al contatto fra civiltà e religioni diverse, e al ruolo della musica in questo incontro.

Biglietti: ticket one http://bit.ly/2s6A7SC
Platea 20.00€
Galleria 15.00€
Biglietteria 892.101

Con Helikonia sconto del 20% sul prezzo del biglietto!!!
Importante: la riduzione si ottiene effettuando la prenotazione via email a: helikonia@tiscali.it
oppure (SOLO via sms) al 3927937717 specificando nome e numero di partecipanti

IMPORTANTE! Questa modalità non da diritto alla scelta dei posti (che puo’ essere effettuata solo su ticket one a prezzo pieno http://bit.ly/2qrcA0x) ma solo a prenotazioni con sconto che potrete ritirare la sera del concerto dalle ore 20:00 presso il DESK HELIKONIA situato nello spazio biglietteria dell’auditorium parco della musica

Page 2 of 712345...Last »